Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on WhatsappEmail this to someone

Se per il 2019-2020 si deve archiviare una didattica interrotta bruscamente a causa della situazione sanitaria il Consorzio della bonifica Burana pensa già a nuove proposte per il prossimo anno scolastico senza scordarsi di complimentarsi con la scuola di Pavullo che ha vinto il concorso regionale promosso da ANBI.

video-lezione-del-29-05-2020

Modena 3 giugno 2020 – Nell’ambito della didattica, che il Consorzio propone alle scuole ed agli istituti del comprensorio per far conoscere l’attività dell’Ente, nei giorni scorsi si è sperimentato un collegamento esterno con il nostro collaboratore “Lorenzo il Bonifico” per verificare la possibilità di proporre un modo diverso di fare lezione. Infatti dal nostro impianto di Bondeno-Palata il “Bonifico” è stato invitato a partecipare alla video-lezione da parte delle insegnanti delle classi 1-M e 1-N delle scuole di Casinalbo ed ha interagito con oltre 40 ragazzi. Forse la curiosità per la novità o forse la conoscenza del mezzo informatico ha reso i ragazzi particolarmente vivaci nell’esprimere domande che, grazie ai tecnici del consorzio, sono state subito soddisfatte. Nei mesi passati, prima dell’interruzione a causa del Covid-19, diverse erano state le classi incontrate grazie alla sinergia con i CEAS e gli Enti Locali che avevano proposto la collaborazione con il consorzio di bonifica per far conoscere il territorio agli studenti. E proprio ad una classe segnalata dall’Ente Parchi dell’Emilia Centrale – la classe 5° D della scuola primaria Ugo Foscolo di Pavullo nel Frignano – è risultata vincitrice del concorso regionale “Acqua e Territorio” ed a cui è stato assegnato un premio del valore di euro 400,00 per l’acquisto di materiale didattico e sanitario. Il consorzio peraltro sta lavorando per proporre altri strumenti di didattica quali la realizzazione di video-lezioni e giochi da poter illustrare sia a distanza sia negli spazi scolastici all’aperto ed al chiuso, quando il coronavirus sarà solo un brutto ricordo, l’attività dell’Ente; e poi visite agli impianti e, all’occorrenza, virtual tour e foto immersive. È importante per il Burana coinvolgere le scuole ed i ragazzi perché siano consapevoli da adulti del territorio in cui vivono e delle funzioni che il consorzio svolge nella gestione della risorsa irrigua, del dissesto idrogeologico, nella gestione della bonifica idraulica e della tutela ambientale; temi estremamente importanti in un contesto di cambiamenti climatici evidenti come mai prima d’ora. L’invito infine è a visitare il nostro sito www.consorzioburana.it per avere tutte le notizie relative all’attività dell’Ente, alla didattica ed alla fruizione ambientale del territorio ed a seguire la pagina Facebook per vedere un piccolo video realizzato in occasione della video-lezione.