Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on WhatsappEmail this to someone

Roma, 12 marzo 2020 – Alla vigilia dell’avvio ufficiale della stagione irrigua in tutta Italia, il Consorzio di bonifica delle Marche ha concluso la sperimentazione, durata oltre un anno, di un nuovo sistema informativo via WhatsApp per gli utenti irrigui: i risultati ottenuti a Pesaro, nel comprensorio del Foglia (zona del test), sono stati eccellenti e, proprio in questi giorni, il servizio è stato esteso a tutta la regione. Oggi, ogni comprensorio ha un proprio numero ed un sistema di comunicazione “a due vie”: dall’ente consortile agli utenti con le informazioni utili sull’impianto, ma anche viceversa con la possibilità di avere chiarimenti o fare segnalazioni. “In un momento delicato come l’attuale – commenta Francesco Vincenzi, Presidente dell’Associazione Nazionale dei Consorzi per la Gestione e la Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue (ANBI) – grazie a questo sistema nasce un rapporto migliore, seppur a distanza, tra consorziati e tecnici: è un piccolo segnale di speranza nel futuro.” Il servizio WhatsApp tiene tempestivamente aggiornati sulla disponibilità dell’irrigazione soprattutto nei casi di interruzioni o ripristini dell’erogazione, turnazioni e così via. “E’ un complemento – aggiunge Massimo Gargano, Direttore Generale di ANBI – al sistema irriguo “esperto” Irriframe, a disposizione dei Consorzi irrigui in tutta Italia e che comunica, sul computer o sul device dell’agricoltore, quantità, nonchè tempistica ottimali per la distribuzione d’acqua alle colture; ciò grazie all’analisi di una serie di parametri, utilizzando anche tecnologie satellitari.” “Con questa iniziativa – conclude Alessandro Apolloni, responsabile settore dighe, impianti idroelettrici, di sollevamento ed irrigui del Consorzio di bonifica delle Marche – si stringe un proficuo rapporto con l’utenza a vantaggio di tutti.”

18-dsc01973