Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on WhatsappEmail this to someone

Roma, 29 gennaio 2020 – La gestione idrica nell’area, che va da Roma al grossetano, è stato il focus presentato nella propria sede, dall’Associazione Nazionale dei Consorzi per la Gestione e la Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue (ANBI) ad una delegazione del Ministero Agricoltura e Foreste della Turchia, ospite nella Capitale per iniziativa dell’Autorità di bacino distrettuale dell’Appennino Centralescopo della missione è  conoscere i sistemi di supporto alle decisioni per la gestione dell’acqua in situazioni d’emergenza, come siccità ed alluvioni. Dopo un inquadramento generale su ruolo e funzione dell’ANBI, è toccato ai Consorzi di bonifica Litorale Nord (interessante i comprensori di Roma e Viterbo) e Toscana Sud (con sede a Grosseto) rappresentare, utilizzando anche un nuovo plastico, l’attività degli enti consortili italiani soprattutto nella gestione delle crisi. “E’ questa un’ulteriore testimonianza della considerazione internazionale, di cui gode il modello gestionale dei Consorzi di bonifica italiani – chiosa Francesco Vincenzi, Presidente di ANBI – Unitamente all’attività informativa, svolta nei confronti degli organismi comunitari attraverso l’associazione Irrigants d’Europe, ospitiamo ogni anno missioni straniere anche da Paesi all’avanguardia nell’idraulica, come l’Olanda o nella gestione naturalistica dei corsi d’acqua, come la Gran Bretagna, oltre ai costanti scambi d’esperienze con Paesi del Mediterraneo, quale Israele.

foto-1