Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on WhatsappEmail this to someone

Il Consorzio Bonifica della Romagna è andato alla scuola San Giorgio di Cesena per consegnare materiale didattico agli studenti che hanno partecipato alla scorsa edizione del Concorso Acqua&Territorio e spiegare promuovere l’edizione 2019/2020 del concorso

scuola-sangiorgio-cesena

Cesena, 10 dicembre 2019 – Al via le attività didattiche per l’anno scolastico 2019/2020 che il Consorzio di Bonifica della Romagna promuove nelle Scuole Primarie e Secondarie di Primo Grado che si trovano nel territorio dove svolge le attività di manutenzione e progettazione delle opere di bonifica. La finalità è quella di spiegare alle nuove generazioni l’importanza della difesa idraulica e idrogeologica delle aree dove vivono e vanno a scuola. I progetti didattici, ormai consolidati, affiancano gli studenti nella partecipazione al concorso regionale “Acqua e Territorio”, giunto quest’anno alla XII edizione. In questi giorni, Laura Prometti, referente per i progetti scuola del Consorzio e gli educatori centro ricerche ambientali CESTHA sono stati nella scuola elementare San Giorgio di Cesena per consegnare agli studenti della classe V A diverso materiale didattico e di cancelleria, un premio per l’impegno dimostrato nel lavoro che hanno svolto durante la scorsa edizione del concorso regionale. “Come Consorzio di Bonifica della Romagna vogliamo riconoscere un premio alle classi che si impegnano sulle tematiche di tutela del territorio – ha spiegato il presidente, Roberto Brolli – per incentivarle nel loro percorso di ricerca, che si traduce in consapevolezza su tematiche ambientali e rispetto del territorio”. “Ritengo sia doveroso far conoscere a ragazzi, docenti e famiglie l’importante ruolo che svolge la Bonifica per la difesa e la sicurezza idraulica delle loro case e dei loro terreni, nella gestione sostenibile delle acque, per la salvaguardia ambientale e per la distribuzione di acqua per l’agricoltura ma non solo – prosegue Brolli -. Oggi le infrastrutture irrigue sono fondamentali per tutte le altre attività antropiche che in regime di carenza idrica, e non solo, usufruiscono di acqua destinata all’agricoltura”. L’incontro nella V A è stata un’occasione per ripassare gli importanti concetti trasmessi ai ragazzi lo scorso anno scolastico, ma anche un momento di gioia per la consegna di un quaderno didattico progettato e realizzato da Laura Prometti (consorzio di Bonifica) e Sara Segati (CESTHA), di colori pennelli, cartoncini colorati e materiale vario per realizzare, anche quest’anno, un elaborato per il concorso regionale Acqua&Territorio, che abbia nuovamente l’acqua e le attività del Consorzio di bonifica come protagonista.

Il Tema e le modalità del concorso sono sul sito istituzionale del Consorzio al link https://www.bonificaromagna.it/index.php/news/comunicati/312-xii-edizione-del-concorso-scuole-a-s-2019-2020