Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on WhatsappEmail this to someone

Delineata dal Consorzio l’operatività 2021 condivisa dal Consiglio provinciale: piena sintonia anche sulle necessità del monitoraggio argini e la tutela dei canali artificiali

Parma, 29 Aprile 2021  È un summit proficuo quello tra il Consorzio della Bonifica Parmense e la Provincia di Parma e il cui positivo esito finale vede rinnovarsi oggi la sinergia tra i due enti a beneficio dei territori in un’ottica di reciproca collaborazione per la difesa dei versanti dal dissesto idrogeologico, la sicurezza delle infrastrutture che collegano i vari centri comunali locali e la tutela delle comunità che vivono e abitano i territori del Parmense. Nella sede provinciale di Stradone Martiri della Libertà il presidente Diego Rossi ha ricevuto la delegazione dell’ente consortile – la neo-eletta presidente Francesca Mantelli accompagnata dal direttore generale Fabrizio Useri e dal responsabile relazioni esterne Andrea Gavazzoli – per un incontro con i membri del Consiglio, cui è pervenuto il ringraziamento della stessa Mantelli ed è stata illustrata l’operatività 2021 da Useri. Operatività che vede il Consiglio condividere le priorità delineate dal Consorzio sulle opere del Recovery Plan e del Piano Invasi 2020-2029, oltre alle necessità di un monitoraggio delle arginature consortili e di una maggior tutela per i canali artificiali, con la possibilità, previa disponibilità della risorsa idrica, di poter garantire la presenza di acqua al loro interno nel corso dell’intero anno e non soltanto durante la stagione irrigua: un’azione che assicurerebbe di fatto una maggior efficienza idraulica e scongiurerebbe ulteriori eventuali collassi arginali subiti a causa della fauna infestante. Rossi ha ringraziato l’ente consortile per l’ottimo lavoro svolto a beneficio soprattutto delle zone più fragili e il Consiglio ha ribadito l’esito del monitoraggio sui comprensori effettuato d’intesa con le Amministrazioni comunali e che evidenzia come l’operato dell’ente consortile sia virtuoso e capillare per la sicurezza dei territori parmensi: “L’incontro di oggi è volto a segnare un momento di collaborazione politico-istituzionale che deve continuare e intende rafforzare il lavoro con la Bonifica Parmense per consentirci di essere ancora più vicini alle Amministrazioni comunali. – sottolinea il presidente della Provincia di Parma Diego Rossi – . La mission della Provincia è quella di essere “casa” dei Comuni, in assoluta analogia con quella che è l’attività del Consorzio”. “Incontro molto positivo in un clima di concordia e di reciprocità di vedute – ribadiscono la presidente della Bonifica Parmense e il direttore generale dell’ente consortile Fabrizio Useri – nel quale abbiamo delineato alcune importanti questioni sull’operatività 2021, tra cui gli interventi inerenti i progetti S.O.S. Bonifica e Difesa Attiva Appennino in favore dei territori locali”.