Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on WhatsappEmail this to someone

Grazie alla sinergia con IREN e i relativi enti di competenza – Comune di Reggio Emilia, Provincia di Reggio Emilia e Arpae Emilia-Romagna – il Consorzio offre il proprio contributo al mantenimento dell’ecosistema del torrente reggiano in questo weekend di forte sofferenza idrica

Reggio Emilia, 3 Agosto 2020 – Sanificazione e salubrità dell’alveo, mantenimento della vita nel torrente: con questi obiettivi il Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale ha rilasciato nel torrente Crostolo, durante lo scorso weekend, una quantità d’acqua pari a 40 mila metri cubi in 40 ore.

Grazie ad un positivo esempio di sinergia tra gli enti di competenza – Comune di Reggio Emilia, Provincia di Reggio Emilia e Arpae Emilia-Romagna – e la multiutility IREN il Consorzio, come ogni anno nei periodi estivi di maggiore sofferenza idrica, contribuisce al mantenimento dell’ecosistema del Crostolo favorendo, inoltre, la sicurezza dei visitatori nella zona spondale.

Le afose giornate della scorsa settimana hanno infatti acuito lo stato di carenza idrica del torrente, come è possibile notare dalle immagini fotografiche realizzate nella giornata di venerdì 31 luglio dallo staff tecnico dell’Emilia Centrale nel tratto in cui il Crostolo attraversa la Valle San Claudio: una differenza che si può osservare sullo stesso tratto il giorno successivo, dopo il rilascio dell’acqua da parte dell’Emilia Centrale e che dimostra come l’esternalità dell’irrigazione e i sistemi irrigui collettivi gestiti dai Consorzi di Bonifica abbiano ricadute positive sull’ambiente e il paesaggio, oltre che per l’agricoltura del Paese.