Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on WhatsappEmail this to someone

Con un’esercitazione di protezione civile, sabato 10 maggio alle 9, si inaugurerà anche nella provincia di Forlì la Settimana della Bonifica 2003. L’esercitazione, che si svolgerà presso lo scolo Torricchia in località Caserma (Pievequinta – FC), vedrà gli uomini del Consorzio di bonifica della Romagna Centrale impegnati ad affrontare un’emergenza alluvione, insieme ai volontari della Protezione Civile ed ai Vigili del Fuoco.
La Settimana della Bonifica, organizzata dall’Unione regionale delle Bonifiche dell’Emilia-Romagna, in collaborazione coi 17 Consorzi di primo e secondo grado operanti in regione, ha come obiettivo quello di far conoscere ai cittadini, ai giovani ed agli organismi istituzionali la realtà della bonifica, l’attività dei Consorzi, gli strumenti e le risorse utilizzate nonché i risultati raggiunti nel processo di difesa del territorio, di tutela dell’ambiente e di distribuzione delle risorse idriche per l’agricoltura e per gli usi plurimi.
Di seguito le altre iniziative in provincia di Forlì curate dal Consorzio.

APERTURA DELL’IMPIANTO PLUVIRRIGUO DI BASTIA. Nelle domeniche dell’11 e 18 maggio verrà aperto al pubblico l’impianto pluvirriguo di Bastia in via Pasna 64, con orari 9-12 e 15-17. Sono inoltre previste martedì 13 e giovedì 15 maggio dalle 9 alle 13 visite guidate per le scuole superiori.

INCONTRO SULL’IRRIGAZIONE. Sabato 17 maggio, sempre nell’impianto di Bastia, dalle 9 alle 13, si svolgerà la “Giornata dell’irrigazione”, un incontro con la presenza dei tecnici del CER (Canale Emiliano Romagnolo) e di esperti di ditte specializzate nel settore irriguo. Il tema è di particolare interesse in relazione ai progetti finanziati per l’uso plurimo delle acque del CER, nell’ambito dell’Anno internazionale dell’Acqua. Seguirà visita all’impianto.
ITINERARI IN MONTAGNA. Giovedì 15 maggio il Consorzio ha organizzato una visita guidata in montagna, aperta al pubblico, all’interno dell’area dell’Alto Bidente, nel comune di Santa Sofia. Il percorso toccherà zone di grande pregio ambientale, dove lo stesso Consorzio, per conto di Romagna Acque, ha realizzato opere di ingegneria naturalistica (briglie, sistemazioni spondali, contenimenti di pendici franate) a difesa dall’interrimento dell’invaso di Ridracoli. Il ritrovo è previsto alle ore 9.30 presso l’agriturismo “Il Poderone” (Via Campigna Poderone, 64 – S.Sofia). Dall’agriturismo si percorrerà la strada di servizio del Bidente delle Celle (che si sviluppa alla destra della SP 4, a circa 7 km dalla località Corniolo) per arrivare a Molino delle Celle ove è stato realizzato dal Consorzio un intervento di sistemazione idraulico-forestale con la costruzione di un ponte sul Bidente. Durante il percorso è prevista anche la visita al cantiere in località Secchete dove il Consorzio sta sistemando una frana.