Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on WhatsappEmail this to someone

Continua senza soste l’impegno del Consorzio di Burana per la messa in sicurezza del territorio provinciale dal rischio ricorrente di esondazioni e allagamenti, come si sono verificati anche recentemente nei territori di San felice sul Panaro, Mirandola, Medolla, Cavezzo.
Sulla base di progetti presentati da Burana, oltre 1 milione 100 mila euro di interventi verranno finanziati dalla Protezione civile per riparare i danni causati dagli eventi alluvionali dell’ottobre-novembre 2000.
Si interverrà in pianura per la messa in sicurezza delle 16 tubazioni dell’impianto Pilastresi (206.000,00 euro), mentre in montagna i lavori riguardano: le opere di difesa del Rio Vesale e affluenti (Sestola, 309.874,14 euro), la ricostruzione delle opere sul Rio Pistone (Fiumalbo, 258.228,45 euro), il Rio Molino (S.Anna Pelago, 125.000,00 Euro) e il torrente Motte (Fiumalbo 125.000,00 Euro) oltre il Fosso Scarafuia (Montese 77.468,53 Euro).
Nell’ambito della convenzione che il Consorzio ha in essere con la Protezione civile regionale, si disporrà inoltre di 31.000,00 euro per aggiornare le attrezzature di pronto intervento utili durante le emergenze legate alle calamità naturali.
Altri lavori importanti sono in corso di aggiudicazione e i relativi cantieri apriranno nelle prossime settimane. Si tratta di lavori d’urgenza per il consolidamento della Chiavica nuova Pilastresi (103.291,38 euro), del consolidamento della Chiavica di sbocco del Dogaro Uguzzone (81.000,00 euro) e di due interventi in montagna: opere idrauliche nei fossi Campo del Gatto, Ontani e Frati in comune di Montese (103.291,38 euro) e lavori nel fosso Fontanacce in località Casa dell’Alda (Pievepelago, 77.468,53 euro).
Prosegue poi l’impegno sul fronte ambientale del Consorzio di Burana con la realizzazione di oasi naturalistiche in collaborazione con Enti locali. Sono previsti due progetti che prevedono la riqualificazione ambientale del Canale Fossalta in Carbonara Po, Sermide e Poggio Rusco e la valorizzazione della Chiavica Vallazza in Carbonara Po con un investimento di circa 230.000,00 euro.