Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on WhatsappEmail this to someone

impianto-pilastresi

Modena, 8 goigno 2018 – I tecnici del Consorzio della Bonifica Burana fanno sapere che a seguito del forte rovescio temporalesco di giovedì 7 giugno da ieri sera stanno effettuando i sopralluoghi in tutto il comprensorio di pianura e non si segnalano danni evidenti. La situazione dei canali è sotto controllo. Ci sono zone (ad esempio lo scolo Cerchia a Sant’Agata nel bolognese) in cui la quota è arrivata al limite senza fuoriuscire o creare allagamenti. Gli allagamenti di cui abbiamo notizia in qualche piazzale sono piuttosto un problema di scarichi fognari intasati dal carico di pioggia e dai materiali trascinati dall’acqua, senza responsabilità del reticolo di bonifica. I guardiani e i tecnici sono al lavoro da ieri sera per monitorare la situazione e per mettere in atto tutte le manovre idrauliche sui canali per agevolare il deflusso delle acque. Il deflusso a gravità della Botte Napoleonica a Bondeno, che dà sfogo verso l’Adriatico al cosiddetto bacino delle acque basse del Consorzio Burana, è stato integrato dalla messa in funzione di alcuni impianti: l’impianto Pilastresi sta scolando in Po grazie a 3 gruppi di pompaggio, l’impianto Cipollette ha attivato 2 gruppi e Moretta 1 pompa. In questo modo grazie alla sorveglianza e ai pompaggi si sono evitati gli allagamenti che si sarebbero potuti verificare per l’enorme quantitativo di pioggia che si è abbattuto nel territorio in poche ore, soprattutto in stagioni come quella primaverile-estiva che sono improntate al lavoro di derivazione per la distribuzione di acqua di irrigazione. Attendiamo comunque i prossimi giorni per eventuali segnalazioni di situazioni specifiche di danno che dovessero provenire dal comprensorio. Una volta esaurita la criticità sarà necessario ripristinare gli invasi irrigui.