Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone
I partecipanti al corso

I partecipanti al corso

Bologna, 21 novembre 2017 – ANBI associazione nazionale e ANBI ER, in collaborazione con l’Ordine dei Giornalisti dell’Emilia Romagna e la Fondazione SIGEF  – per la gestione della Formazione e della professione giornalistica – hanno organizzato un corso di informazione e aggiornamento riservato all’ Albo dei Giornalisti Professionisti e a quello dei Pubblicisti, dal titolo GESTIONE DEL TERRITORIO: STATO E PROSPETTIVE. Il corso, si è svolto ieri presso la Sede della Protezione Civile – Viale Silvani, 6 Bologna – e nel pomeriggio, fino alle ore 17.00, all’Impianto Idrovoro di Saiarino gestito dal Consorzio della bonifica Renana nel suggestivo scenario naturale dei paesaggi d’acqua che abbracciano l’abitato di Argenta (FE) e le campagne circostanti. Il corso – promosso tra i Giornalisti per acquisire il numero più alto dei crediti assegnabili in una sola giornata di formazione professionale continua (sei crediti) mirava a fornire le competenze necessarie sulle tematiche di stretta attualità della complessa gestione del territorio in cui viviamo, con particolare attenzione al governo delle risorse idriche nella più ampia cornice della prevenzione idrogeologica anche alla luce dei cambiamenti climatici in atto che sempre con maggior frequenza sovvertono gli equilibri metereologici stagionali. Intervenendo su differenti tematiche tutti i relatori che si sono alternati al microfono hanno illustato lo stato dell’arte della loro attività: dagli interventi in essere ai progetti che sarebbero assolutamente necessari per garantire maggior sicurezza alle comunità insediate e alle attività economiche, soprattutto quelle che prosperano sullo sviluppo agro industriale. Incrementare la sicurezza geo-morfologica del territorio da eventi quali allagamenti, alluvioni, frane è risultata una priorità all’unisono. Inoltre, un ulteriore ma non secondario obiettivo, era riuscire a fornire ai numerosi giornalisti presenti indicazioni essenziali, necessarie ad individuare soggetti istituzionali ed operativi e relative competenze nella gestione ambientale, in particolare per le situazioni di crisi. Dopo i saluti introduttivi di Francesco Vincenzi presidente ANBI nazionale, sono intervenuti in aula: Massimiliano Pederzoli, presidente ANBI ER, Maurizio Mainetti, direttore dell’Agenzia regionale per la Sicurezza territoriale e la Protezione Civile, Gianluca Garro, giornalista della struttura di missione del Governo Italiasicura, Pier Luigi Gallozzi, responsabile della sezione Rendis di Geo-App di ISPRA, Renato Drusiani dirigente di UtilItalia e Roberto Genovesi responsabile assistenza tecnica, divulgazione e territorio del Consorzio di bonifica di secondo grado per il Canale Emiliano-Romagnolo e Lisa Bellocchi, presidente dei giornalisti agro-ambientali ARGA Emilia Romagna, Marche e Umbria entrata a far parte anche del board della rete dei giornalisti agricoli europei (Enai). Gli interventi sono stati introdotti dal giornalista Fabrizio Stelluto dell’Ufficio Stampa ANBI nazionale. Nel pomeriggio, presso l’Impianto Idrovoro di Saiarino, il direttore generale del Consorzio di bonifica Renana Paolo Pini ha approfondito con i giornalisti le tematiche idrauliche e la multifunzionalità degli impianti idrovori consortili, mentre Ilihc Ghinello, capo impianti elettrici, tecnologici e macchine, e il tecnico esperto Sergio Stignani hanno accompagnato i presenti in una esperienza live di visita guidata all’impianto e alla sala pompe. Un impianto  di rara bellezza che unisce alla ricchezza e alla maestosità di una architettura unica, tipica di inizio Novecento, l’indispensabile attività tecnica di gestione e sollevamento delle acque a garanzia della messa in sicurezza dell’intero comprensorio sotteso.