Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Una misura di emergenza che non ha precedenti negli ultimi 70 anni, vale a dire da quando è stata realizzata la stessa traversa sull’Enza in località Cerezzola. La ridotta portata del torrente rende incompatibile l’esercizio della derivazione ad uso irriguo

Reggio Emilia, 29 Luglio 2017 – Si informa che, allo scopo di garantire il rispetto della Determinazione Dirigenziale di ARPAE Reggio Emilia n. 2017-3166 in merito ai prelievi idrico dal Torrente Enza e di assicurare il Minimo Deflusso Vitale del corso d’acqua, preso atto del fatto che la ridotta portata del torrente rende incompatibile l’esercizio della derivazione ad uso irriguo con il Minimo Deflusso Vitale, sentiti il Consorzio della Bonifica Parmense ed il Presidente dei Consorzi Irrigui serviti della derivazione in sinistra idraulica del torrente, nel pomeriggio di ieri 28 luglio il Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale, si è trovato costretto a sospendere la derivazione ad uso irriguo. Si tratta di una misura che non ha precedenti negli ultimi 70 anni, vale a dire da quando è stata realizzata la stessa traversa sull’Enza in località Cerezzola.