Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on WhatsappEmail this to someone

centinaio_vincenzi_gargano

Roma, 15 marzo 2019 – La comune preoccupazione per l’allarme idrico, presente nelle regioni settentrionali, è stata al centro dell’incontro fra il Ministro delle Politiche Agricole Alimentari, Forestali e del Turismo, Sen.Gian Marco Centinaio ed i vertici dell’Associazione Nazionale dei Consorzi per la Gestione e la Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue (ANBI), rappresentati dal Presidente, Francesco Vincenzi e dal Direttore Generale, Massimo Gargano. In questo quadro, riconosciuto il costante impegno dei Consorzi di bonifica non solo nel contrasto alla siccità ma anche alla subsidenza, è stata ribadita l’urgenza di accelerare la conclusione degli iter procedurali per l’apertura dei cantieri previsti (dal Piano Irriguo Nazionale e dal Fondo Strutturale di Coesione) e di un focus particolare sulle necessità infrastrutturali delle regioni meridionali. Stanti le nuove competenze del Ministero in materia turistica è stata sottolineata anche l’importanza dell’acqua e della sua migliore gestione nella tutela del paesaggio e nella salvaguardia del territorio per valorizzare la straordinaria offerta del nostro Paese verso gli ospiti stranieri. “L’acqua è la chiave della vita, è una risorsa fondamentale per ogni singolo territorio. Tutti hanno bisogno di acqua. Per il settore turistico è di cruciale importanza, un bene e una risorsa. Il nostro impegno verterà nella promozione di un modello di turismo consapevole e cosciente. Da parte del Mipaaft, inoltre, c’è massima attenzione nei confronti della questione dei cambiamenti climatici per la salvaguardia e la tutela del settore agricolo nazionale” dichiara il Ministro delle Politiche agricole alimentari forestali e del turismo, Sen. Gian Marco Centinaio. “Piena soddisfazione per la condivisione degli obiettivi e per il riconoscimento al lavoro quotidianamente svolto dai Consorzi di bonifica”: questo il commento espresso dal Presidente di ANBI, Francesco Vincenzi, al termine del colloquio. “Le questioni poste dai cambiamenti climatici – conclude Massimo Gargano, Direttore Generale di ANBI – sono decisive per la qualità della crescita del Paese, ma soprattutto per il futuro delle giovani generazioni tornate a farsi sentire con il primo sciopero per il clima “#climatestrike”, cui diamo convintamente il nostro sostegno, condiviso dal Ministro.”