Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

fabrizio-useri

Parma, 2 Ottobre 2017  Si chiama Fabrizio Useri, è un ingegnere di lungo corso ed è nato a Bologna 57 anni fa. Il suo arrivo alla direzione generale del Consorzio della bonifica Parmense non si è fatto attendere e in poco più di un mese la nomina è arrivata puntuale. Una nomina largamente approvata e condivisa con il consiglio dell’ente che mette al centro della scelta operata la professionalità del dirigente individuato, esperto della pubblica amministrazione e di realtà amministrative molto complesse nella loro articolazione sul territorio. Fino a pochi giorni fa infatti Useri ha coordinato l’attività generale del Settore Patrimonio dell’Asp Città di Bologna, costituita dalla fusione di tre grandi realtà imprenditoriali distinte; in questo processo di riordino il dirigente felsineo ha preso parte al gruppo di lavoro che ha elaborato ex-novo i percorsi amministrativi volti a migliorare i servizi che un’azienda di così vaste dimensioni può e deve offrire al cittadino. Useri ha coordinato le attività di gestione del patrimonio immobiliare, mobiliare e del personale con relativa organizzazione delle risorse umane. Laureato all’Università degli Studi di Bologna in Ingegneria Civile sezione Edile annovera nel suo ricco curriculum vitae numerose attività di edilizia bio-ecologica, valutazioni della sostenibilità ambientali nel comparto edile, ingegneria anti-sismica, sicurezza sul lavoro, domotica, risparmi energetici e gestione integrale dei contratti di appalto o di opera nelle pubbliche amministrazioni; un settore quest’ultimo diventato strategico e che, soprattutto alla luce dell’ultima recente ed estesa riforma del codice che disciplina questa materia, sta condizionando notevolmente anche i tempi delle azioni sul territorio degli enti pubblici. E per il Consorzio della Bonifica Parmense presidiare con alta professionalità questo settore significa guadagnare in adeguata funzionalità avendo programmato una numerosa serie di lavori da realizzare per la salvaguardia idraulica del territorio, la lotta al dissesto idrogeologico e il miglioramento della rete consortile in altrettanti comuni nel comprensorio. “L’esperienza professionale maturata nel corso degli anni lavorativi in diverse posizioni e mansioni mi ha consentito di avere una prospettiva ampia sulla gestione del personale e sulla progettualità infrastrutturale che cercherò di mettere a frutto al meglio all’interno del Consorzio. Mi accingo a vivere questa esperienza con molto entusiasmo”: queste le prime parole di Fabrizio Useri da direttore della Bonifica Parmense.

 

Così il presidente del Consorzio Luigi Spinazzi a margine della presentazione: “Diamo il benvenuto all’ing. Fabrizio Useri, neo direttore generale, con l’augurio di una proficua collaborazione a vantaggio di tutto il territorio”.